Psicoterapia delle infanzie difficili

La psicoterapia delle infanzie difficili

Seminario con Luigi Cancrini

L’integrazione delle esperienze elaborate dagli psicoanalisti dell’infanzia con quelle dei terapeuti sistemici della famiglia.

SEMINARIO
il 16 Marzo 2018
ore 09:00 – 17:30
c/o Legacoop Piemonte
Via Livorno 31
Torino
CONFERENZA
il 17 Marzo 2018
ore 09:00 – 17:30
c/o GAM – Sala Conferenze
Corso Galileo Ferraris, 30
Torino

-> preleva e salva la locandina

Riflessioni sul sè del terapeuta

Riflessioni sul sè del terapeuta

Seminario con Giuseppe Vinci

In psicoterapia, la perfetta parità umana dei protagonisti, che sottende ogni reale aiuto terapetico, coesiste con il riconoscimento della perfetta asimmetria delle responsabilità. E ciò che differenzia gli individui non è la presenza/assenza di emozioni e sentimenti negativi ma la loro intensità e congruità con il contesto e la capacità di mentalizzarne criticamente la presenza e il ruolo nella propria vita in quel momento.

Il 17 Febbraio 2018
c/o Legacoop Piemonte
Via Livorno 49
Torino

-> preleva e salva la locandina

MASTER 2018 – La terapia di coppia

La psicoterapia di coppia

Occuparsi delle relazioni di coppia significa muoversi in un ter- ritorio dove intrapsichico e interpersonale possono trovare una virtuosa integrazione. Il master affronta i diversi modi per cu- rare il disagio della coppia. In particolare, vengono affrontati i diversi approcci terapeutici ai disturbi e ai problemi di coppia, valorizzando gli aspetti processuali e contestuali del lavoro psi- coterapeutico. Si favorisce così la maturazione individuale e i processi evolutivi nel rapporto di coppia. Nel corso del master si analizzeranno diverse storie cliniche così da fornire ai parte- cipanti, insieme ai principali modelli teorici, strumenti, tecniche e indicazioni operative per affrontare il disagio nella coppia.

Inizio il giorno 3 marzo 2018

-> preleva e salva la locandina

Il caso clinico

L’Istituto Emmeci s.c. interverrà il 15 novembre alle ore 11.00 a

“Il caso clinico: la psicoterapia in pratica. Apprendimento, Narrazioni e Modelli di psicoterapia. II edizione”

organizzato dall’ordine degli psicologi presso il

Circolo della Stampa
Palazzo Ceriana Meyneri
Corso Stati Uniti, 27
TORINO






Ascoltare i bambini di L.Cancrini

In questo libro, che è il seguito naturale di La cura delle infanzie infelici, Luigi Cancrini propone cinque storie, raccontate in prima persona dai bambini che le hanno vissute. Presentate nel modo in cui sono emerse all’interno di una situazione terapeutica dedicata espressamente a loro, le storie aprono scenari in vario modo terribili o affascinanti e fino a oggi del tutto sconosciuti anche per gli addetti ai lavori. Chi si prende cura oggi dei bambini maltrattati o infelici poco si preoccupa, abitualmente, di dare loro l’ascolto su cui sarebbe giusto basare il proprio intervento, e poco o nulla esiste in letteratura, tranne che per i traumi legati all’abuso, sul modo in cui il bambino riflette dentro di sé, nei suoi vissuti e nelle sue esperienze, la complessità dolorosa delle situazioni in cui è costretto a crescere. Naturale e straordinariamente semplice risulta, da questo modo di procedere, l’integrazione delle esperienze elaborate dagli psicoanalisti dell’infanzia, da Klein a Winnicott fino a Bowlby, con quelle dei terapeuti sistemici della famiglia, mentre chiara si presenta, anche per i non professionisti, la necessità di riconoscere il diritto alla psicoterapia per tutti i bambini che soffrono troppo. Evitando lo sviluppo di quelli che sarebbero, in mancanza di questo intervento, i gravi disturbi di personalità dell’adulto.

La cura delle infanzie difficili di L.Cancrini

Con questo lavoro, Luigi Cancrini muove dai territori a lungo esplorati delle manifestazioni psicopatologiche del giovane adulto per avventurarsi nel mondo dell’infanzia ferita. Un viaggio imprevedibile nei pensieri e negli stati d’animo del bambino che gli sta davanti in carne e ossa o di quello che viene evocato, “come un fantasma dai contorni incerti”, nel momento in cui si accosta alla sofferenza dell’adulto. Un viaggio che si traduce in un racconto appassionante e commovente: non una sintesi o frammenti di terapie, ma un resoconto accurato dei molti e difficili passaggi affrontati nel corso del lavoro terapeutico o di supervisione. Storie di bambini “reali” e di bambini imprigionati, con il loro dolore e la loro confusione, nel corpo e nell’anima dei pazienti con gravi disturbi di personalità. Storie di bambini non ascoltati e non curati, capaci di condizionare drammaticamente, dall’interno, i giovani e meno giovani nei quali continuano a vivere, finché il lavoro terapeutico non riesce a raggiungerli, “perché quelli che curiamo anche quando curiamo pazienti adulti sono, alla fine, i bambini feriti che ancora piangono dentro di loro”. Su questo sfondo emerge un altro punto di forza del libro che, partendo dalla clinica, denuncia l’applicazione acritica dei criteri diagnostici convenzionali e della terapia farmacologica in neuropsichiatria infantile.

Video dell’intervista con il doitt. Cancrini:

“La notte stellata” – Dialoghi di Luigi Cancrini

-> Intervista Parte I

->Intervista Parte II